Lytro Illum, primo approccio..

Lytro Illum, primo approccio, hands on

Fonte e Link: pmstudionews

Pubblicato il 25 mar 2015

http://www.pmstudionews.com Primo approccio con Lytro Illum, la fotocamera panoptica. Scatti e imposti dopo i punti di messa a fuoco che desideri. Macrofoto con messa a fuoco minima 0mm dalla lente frontale. Strabilianti effetti di panfocus. Un modo nuovo di fotografare.

Tratto da Fowa.it

9 dicembre 2014

Introduzione a fuoco (Traduzione con traduttore Google)

“Perché i fotografi scattano sempre in manuale? E ‘tutta una questione di controllo. Quanto più il controllo di un fotografo ha, il meglio l’immagine, la migliore è la storia. Ma cosa accadrebbe se un fotografo avesse un controllo ancora maggiore? Cosa succede se il fotografo non ha dovuto destreggiarsi tra diaframma, ISO e la velocità dell’otturatore? Che cosa succede se il fotografo potrebbe catturare più soggetti a diverse profondità in f / 16, pur mantenendo uno sfondo in sensuale f / 1 blur? E se abbiamo detto che si poteva fare tutto questo in questo momento con una singola esposizione?

Probabilmente si potrebbe pensare che siamo pazzi e fino ad ora, avreste ragione! Per fortuna, non stiamo mentendo e le calze sono in procinto di essere portata fuori. Lytro chiama questo nuovo e rivoluzionario Diffusione funzione Focus. (Si potrebbe anche chiamano magia, perché è quello che fa.) In grande fotografia, che cosa è fuori di questioni fuoco tanto quanto quello che è a fuoco e c’è anche una parola per descrivere questa qualità: bokeh. Tuttavia, catturando bokeh ha sempre richiesto una profondità di campo, che significava che sempre di lavorare con una piccola fetta di profondità di messa a fuoco. Un modo scrupoloso lento e laborioso intorno a questo è stato quello di impilare più immagini a diverse lunghezze focali. Assumendo i soggetti e scene rimaste perfettamente immobile, si sarebbe ancora bloccato in una apertura, limitando così il controllo artistico.

Il modo in cui le opere di spread a fuoco è rompendo la profondità di campo in tre blocchi: in primo piano, soggetto e sfondo. Utilizzando un cursore, è possibile determinare dove ciascuna di queste aree inizio e fine, o addirittura eliminare del tutto. Il soggetto sarà sempre a fuoco af / 16, ma il primo piano e sfondo può essere regolato tramite un cursore di apertura, che può essere fermato fino af / 1. Sarà come se si hanno due aperture in una sola immagine.

Per la prima volta, i fotografi possono ora evocare il dramma e la mistica di intensa profondità di campo, una volta limitata ai quadri di Van Gogh e Caravaggio. E ‘il vostro turno per esplorare i confini artistici di fotografia. Sei in controllo.

Per ulteriori informazioni e per scaricare visitare: https://www.lytro.com/desktop/

Eccovi il link della macchina prezzo compreso:

https://store.lytro.com/products/lytro-illum

In Italia la troverete nei negozi autorizzati al prezzo di Euro 1.300 iva inclusa

Guarda anche:

Lytro Illum, prima scatti e poi metti a fuoco – Photokina 2014

Fonte e link: Media World

Pubblicato il 17 set 2014

Lytro mostra a Photokina 2014 Illum, la sua fotocamera computazionale capace di catturare le immagini davanti all’obiettivo senza fissare un punto focale ma potendo regolarlo successivamente. Una rivoluzione nel mondo della fotografia che arriverà anche in Europa verso l’inizio del 2015

Link: By Lytro.com

IL NOSTRO COMMENTO: Certo con questo sistema il modo di fare fotografia è rivoluzionario nel senso che la variazione della messa a fuoco è il perno di questo sistema. Ognuno deciderà in seguito con un software gratuito messo a disposizione della Lytro cosa mettere a fuoco e cosa stampare. Mah! Ancora ne sappiamo poco, ma, da quanto ci è dato appurare da questi video, sembra proprio che la post-fotografia giochi un ruolo preponderante. Va bene che la maggior parte dei fotografi usa Photoshop per lavorare le proprie foto. Ma in questo sistema della Lytro il problema è diverso nel senso che occorre necessariamente lavorare il file e decidere cosa stampare dopo aver visionato tutto. Alla fine dei conti da questa macchina viene fuori un video MP4 che richiede di essere lavorato. Se ho capito bene tutto sommato si potrebbe perdere più tempo. In ogni caso vediamo come si svilupperà la cosa. Cerchiamo di appurare dell’altro. Il sensore è da 1” ed ha una risoluzione pari a 40 megaray, corrispondenti alla capacità di catturare 40 milioni di raggi di luce. L’obiettivo ha un’apertura costante f/2.0, con uno zoom ottico 8x (30 – 250 mm equivalente) e una velocità dell’otturatore di circa 1/4000s. Lo schermo LCD sul retro è un’unità da 4” orientabile dotata di touchscreen, con una risoluzione pari a 800 x 480 pixel. Se fai uno scatto il processore non produce un file bidimensionale ma crea un’immagine modificabile (grazie ad un software ad hoc) per dimensioni e punti di messa a fuoco.

Può anche darsi che il sistema funzioni meglio di quanto sembra. Vi aggiorneremo. Vediamo cosa ne pensano la Canon, la Sony, la Panasonic, ecc. Aspettiamo! Credo che l’era della Post-Fotografia sia in iniziata. A me la Post-fotografia non piace tanto! Se tu fai una bella foto vuol dire che in quel momento “hai colto l’attimo”. Non devo andare poi con la postfotografia a ritoccare e rovinare l’attimo colto! Ma questo è un mio modo di pensare!

Annunci


Categorie:Fotografia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: